Il tè oolong (drago nero), diffuso soprattutto in Cina e Taiwan,  riunisce in una sola tazza il gusto e i benefici del tè verde e del tè nero: anche nella sua produzione, infatti, si ottengono livelli di ossidazione a metà tra quello del tè verde e del te nero. Questa tipologia di tè è quella che ha forse più varianti e la lavorazione più complessa.
I tè oolong possono essere estremamente diversi tra loro a seconda del grado di ossidazione, tra il 10% e il 90%, e dell’eventuale torrefazione finale.

Il mio preferito è il Tie Kuan Yin, che significa “dea della misericordia di ferro”, per il suo intenso aroma tostato, è un tè dolce e con corpo. Il livello di ossidazione è tra il 50% e il 75%.

Scelgo questa tipolgia di tè per i prossimi 5 giorni, perchè hai già esplorato 5 giorni di te e puoi decidere se rimanere ad un livello di ossidazione più alto, tendente al tè nero o spostarti verso un tè verde, più fresco.

L’oolong rappresenta l’evoluzione, l’esplorazione, il cambiamento. Inoltre la sua eleborazione richiede notti insonni e mesi di duro lavoro per poter tenere sotto controllo un sacco di fattori e combinarli fra di loro creativamente e armoniosamente. Proprio come il lavoro che fai anche tu, per tirare fuori la versione di te che più ti corrisponde.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*